Tuesday, July 12, 2011

Desiderio=Attaccamento=Sofferenza

❀❀❀

Non attaccarti a nulla.
La perdita di ciò a cui sei attaccato è sofferenza.
Chi non nutre attaccamento né avversione è libero.
(Dhammapada 211)

Mi riesce molto bene con le cose. Mi privo degli oggetti senza soffrire per il distacco da loro e non ne sento la mancanza, ma....con le persone? Questo è un po’ più difficile, credendo in realtà che la mia felicità dipenda in qualche modo da esse. Specialmente se provo un legame molto profondo e d'Amore. Perché sono convinta che tutti noi ci aggrappiamo al desiderio di sentirci apprezzati, amati, sicuri, uniti, e quindi crediamo che una persona sia in grado di donarci questo. Perfino quando poi vediamo che la persona non può darci quello che vogliamo e cerchiamo, continuiamo a credere che essa avrebbe invece potuto offrircelo! Questa convinzione è il mio attaccamento, la fonte della mia sofferenza. Finché vedo un'altra persona con la convinzione basata sull’aspettativa che essa mi farà sentire in quel certo modo, è ovvio che mi sto preparando alla delusione e alla sofferenza. Desidero che l'Amore o la felicità che, naturalmente, provo dall’Amore, non siano basati sul bisogno. Quando vedrò chiaramente e senza filtri i miei giudizi e desideri, il risultato sarà l'apprezzamento e la tranquilla gioia di essere libera. Ma la strada è ancora molto lunga. Si inizia sempre da un primo passo, indipendentemente da quanto sarà lungo il cammino...ღ  

No comments:

Post a Comment