Thursday, September 01, 2011

 Ricreare l'esperienza di ieri

❀❀❀

Guardate, signori, vi capita di vedere un bel tramonto o un bell’albero in un campo e appena lo guardate ne gioite in modo completo, totale; ma poi ci ripensate con il desiderio di riprovare quel godimento. Che cosa succede quando tornate indietro con il desiderio di gioire di nuovo? Non c’è nessun godimento, perché si tratta di un ricordo del tramonto di ieri che vi spinge, vi sollecita a gioire. Ieri non c’era nessun ricordo, soltanto un apprezzamento spontaneo, una risposta diretta; ma oggi siete desiderosi di ricreare l’esperienza di ieri. Ossia, la memoria interviene fra voi e il tramonto e quindi non c’è nessuna gioia, nessuna ricchezza, non c’è la totalità della bellezza. Oppure, diciamo per esempio che ieri un amico vi ha fatto un complimento o vi ha detto qualcosa che vi ha offeso; voi trattenete il ricordo delle sue parole e oggi lo incontrate con quella memoria. Voi non state veramente incontrando il vostro amico perché tenete con voi il ricordo di ieri, che interviene. E così noi andiamo avanti a circondare noi stessi e le nostre azioni di ricordi e perciò non c’è nulla di nuovo, di fresco. E’ per questo che la memoria rende la vita pesante, monotona e vuota ღ

J. Krishnamurti - The Collected Works vol V, p 119

4 comments:

  1. Mi diverte un mondo ascoltare le tue esperienze.
    A questa tua domanda rispondo che:
    Ieri era ieri, oggi è adesso e domani è un'altro giorno.
    Se aggiungi un passo dietro l'altro ogni giorno, dove puoi nascondere la memoria del giorno precedente?
    Passo dopo passo, ogni giorno, usa il naso per odorare quello che c'è di nuovo (in te) in modo che tu sia sempre fresca, vitale e leggera, in modo da gioire, completamente, totalmente.
    Che bel momento adesso pero è?

    ReplyDelete
  2. quello di adesso intendi vero???? ops....è già passato <3

    ReplyDelete
  3. ....Sdeng!! si hai ragione, è gia passato :))))

    ReplyDelete
  4. ti ho scritto in pvt su gmail...

    ReplyDelete