Saturday, March 24, 2012

Anche questo e' passeggiare

❀❀❀

Mi e' capitato, per caso, di leggere questo breve racconto. Non trovo parole per commentarlo. Il Silenzio e' quello che esprime il tutto....




"Resoconto delle mie passeggiate" 
di Zheng Rikui


Le montagne erano belle, nel loro paesaggio verdeggiante. Avrei voluto accostare per salirvi, ma il batteliere oppose un rifiuto ostinato. 
  
Non potendo obbligarlo, mi accontentai di salutare le due vette al passaggio. Ecco una passeggiata che non potei fare con le gambe: fu così che passeggiai con gli occhi.

Poco dopo, una brezza fresca e disinvolta prese a soffiare dalle montagne, recandomi profumi cui non seppi dare un nome: fu così che passeggiai con il naso.

Il batteliere mi disse che lì l'acqua era deliziosa; la gustai: era vero; essa scende da una delle diciannove sorgenti che cita Lu Yu nel suo Libro del tè: fu così che passeggiai con la lingua.

Dopo un pò i picchi non furono più visibili neanche in lontananza. Rientrai in cabina, e rintracciai nella memoria i rilievi dei monti e le curve dei sentieri. Poi cominciai a fantasticare: lasciavo il battello per la terraferma, scostavo le erbe per trovare i gradini, mi scioglievo le vesti per salire al punto più alto, da dove contemplavo i massicci montuosi ai miei piedi; erano nobili  e calmi come saggi eruditi, o eroici e focosi come i guerrieri nei ritratti dei palazzi imperiali, ma di certo inferiori allo stesso Yan Guang. Fu così che passeggiai con la mente.

Stanco, m'addormentai appoggiato a una tavola bassa. Cullato da una pioggia sottile, seguii la mia anima nei suoi mutamenti, e presto mi trovai a passeggiare in sogno insieme a lei.
 

Al mio risveglio era già sera. La barca era ormeggiata ad un'isola, e mi sentivo più saldo sulle gambe; pregai il batteliere di versarmi del vino, e l'interrogai più a fondo: "Siete mai salito sulle terrazze del pescatore? Com'è il paesaggio, visto dal monte? Ed è ancora più bello sulla vetta? E tutto quel luogo, fino ai quattro canti dell'orizzonte, è così prodigioso?" Il batteliere rispose ad ogni mia domanda: fu così che passeggiai con le orecchie.

Ah, che squisito piacere! Anche questo è passeggiare! 

(da: Le forme del vento. Paesaggi cinesi in prosa)





Wednesday, March 21, 2012


 A voi, invisibili ai miei occhi

❀❀❀

Tempo fa, sfogliando un libro di poesie, mi capito' di leggere una dedica dello scrittore ad un amico scomparso: per Francesco che e' "andato via".
"Andato via" non toglie il dolore, ma lo rende forse piu' leggero. Andare via non vuol dire scomparire ma semplicemente non essere visibile ai nostri occhi.
Quante persone della mia vita sono "andate via"? Tante, troppe.
Oggi, primo giorno di primavera, violette bianche del mio lago per tutti loro


Sunday, March 18, 2012

...aprendo la finestra

❀❀❀

Odore di terra appena bagnata
Le narici annusano la primavera
Ogni respiro e' ri-nascita


Thursday, March 15, 2012

La domanda sorge spontanea...

❀❀❀

...come avrebbe reagito Mumon davanti alle lamentele del dirimpettaio per le (poche) abbaiate del suo cagnolino?

Un cane ha la Natura di Buddha?
E il dirimpettaio?